Al servizio del tuo benessere

"Sindrome da rientro"? No, grazie!

La sindrome da rientro è un disturbo dell’adattamento, che può fare la sua comparsa quando si passa da un periodo di relativo riposo a un periodo di impegni, tipicamente al rientro dalle vacanze. I soggetti maggiormente esposti sarebbero gli individui che svolgono un’attività lavorativa a maggiore contenuto intellettuale.

I sintomi della sindrome da rientro sono giustificati dall’effetto di ansia, tensione e nervosismo sull’asse ipotalamo-ipofisi-surreni, gli organi che subiscono maggiormente il peso degli eventi stressanti. Gli eventi stressanti, che possono favorire la comparsa della sindrome sono legati alla ripresa delle normali attività a cui non si è più abituati.

Come riconoscerla?

La tristezza per le ferie tanto attese e poi volate e l'ansia del rientro a lavoro potrebbero riflettersi sul piano somatico determinando la comparsa di sintomi come:
* astenia,
* calo dell’attenzione,
* mal di testa,
* scarsa energia,
* diffuso senso di malessere
* disturbi digestivi,
* dolori muscolari,
* insonnia
* sbalzi d’umore.
Successivamente ad un periodo di svago e di riposo l’impatto con la routine ed i doveri potrebbe far entrare in crisi il nostro corpo ed il sistema nervoso, nei casi più estremi anche a partire dagli ultimi giorni di vacanza.



Come affrontarla?

Questo stato di tensione e malessere legato al rientro è comunque destinato a durare pochi giorni: sarà sufficiente qualche giorno, infatti, perché l'organismo si riabitui alla routine quotidiana.
Si può però contribuire al recupero con alcuni accorgimenti:
* cerca di abbandonare i "ritmi da vacanza" qualche giorno prima del rientro al lavoro, riabituandoti ad un'alimentazione più sana ed equilibrata, ad una corretta idratazione e ad un ritmo sonno-veglia più regolare;
* una volta rientrato riprendi le tue attività in modo graduale, ponendoti piccoli obiettivi per i primi giorni e concedendoti le giuste ore di riposo notturno;
* evita, soprattutto nei primi giorni di lavoro, di esagerare con alcolici e fumo;
* cerca di trascorrere il maggior tempo possibile all'aria aperta (approfittando della pausa pranzo o con un po' di attività fisica prima o dopo lavoro) per non creare uno stacco eccessivo con il periodo di vacanza appena trascorso;
* se durante le ferie estive hai provato nuovi sport o passatempo non abbandonarli drasticamente ma cerca di dedicare un po' del tuo tempo libero al mantenimento, ti aiuterà a conservare più a lungo il piacevole ricordo delle vacanze;
* concentrati su pensieri positivi e sui buoni propositi, poniti obiettivi a lungo termine da realizzare nei mesi in arrivo.


Se i sintomi dovessero protrarsi è possibile ricorrere a rimedi e integratori naturali.

Attenzione però, per la cura di ogni sintomo ci sarà una terapia specifica da seguire. Passa a trovarci in farmacia, troveremo insieme la soluzione adatta a te!